Innesto osseo

Fissa il tuo appuntamento

o chiamaci

In alcuni casi prima di procedere con l’innesto degli impianti dentali è necessario ripristinare un livello ottimale di volume osseo. Infatti, in seguito alla perdita di denti, traumi o infiammazioni si può manifestare una carenza ossea a livello della mascella o della mandibola.

La sostituzione ossea, cioè l’innesto osseo, è possibile con materiale artificiale o trapiantando tessuto osseo. Il ripristino del materiale osseo perso può avvenire con l’ausilio di materiale artificiale o con il prelievo di osso naturale. L’ osso artificiale (biomateriale) viene applicato immediatamente prima dell’innesto degli impianti nel caso di piccoli difetti. Nel caso di una severa carenza ossea si passa all’innesto di tessuto osseo.

Come avviene l’intervento di innesto osseo?

Si tratta di un procedimento indolore, realizzato in anestesia locale, con un periodo di convalescenza breve.

Il tessuto osseo per l’innesto viene prelevato dal mento o dalla parte posteriore della mascella e posizionato laddove è presente la mancanza. Il tessuto osseo viene fissato tramite viti e coperto da una membrana.

Tra i 6 e gli 8 mesi dopo l’intervento è possibile passare all’innesto degli impianti.

Potresti essere interessato

IMPLANTOLOGIA

riviera dent

ORTODONZIA

konzervativa
preventiva

PREVENTIVO E
CONSERVATIVO

teddy

ODONTOIATRIA
PEDIATRICA

riviera dent - negative

GUARDA TUTTO